Indice » Parliamo di telenovelas » Telenovelas trasmesse in Italia » Anni '00


 Pagina 1 di 1
 [ 268 visite, 3 messaggi ] 

Votate la telenovela!
1. Pessima - Immagine 0%  0%  [ 0 ]
2. Accettabile - Immagine 0%  0%  [ 0 ]
3. Gradevole - Immagine 0%  0%  [ 0 ]
4. Bella - Immagine 0%  0%  [ 0 ]
5. Ottima - Immagine 0%  0%  [ 0 ]
Voti totali : 0
Autore Messaggio
Non connesso
 Oggetto del messaggio: Pagine di vita
MessaggioInviato: 15/11/2013, 17:16 
Avatar utente

Messaggi: 249
Località: Reggio Calabria
Pagine di vita

Immagine

Titolo originale: "Paginas da vida"
Regia: Jayme Monjardim
Protagonisti: Regina Duarte e José Mayer
Puntate: 205 (versione internazionale: 150)
Paese: Brasile
Anno: 2006


Trama
La storia inizia con l’incontro tra Olivia e Nanda ad Amsterdam: la prima è in viaggio di nozze col marito Silvio, mentre la seconda è lì per studiare storia dell’arte. Nasce subito un’amicizia tra le due donne, entrambe brasiliane, e Nanda rivela ad Olivia di essere incinta ma di temere la reazione del suo ragazzo, Leo, alla notizia. E infatti il ragazzo non condivide la gioia di Nanda per la sua gravidanza, non si sente pronto a diventare padre : i due si lasciano e Nanda, disperata, decide di tornare e Rio. Mentre il padre l’accoglie con affetto e le offre il suo appoggio , la madre, Marta, una donna fredda, intransigente e amareggiata dalla vita,la tratta malissimo, avendo oltretutto saputo che è incinta di due gemelli, che per lei sono solo altre due bocche da sfamare, visti i problemi economici che hanno. Dopo un confronto drammatico con la madre, Nanda ha un incidente e viene portata in ospedale dove partorisce, assistita dalla ginecologa Helena i gemelli Francisco e Clara, che però fa appena in tempo a vedere, poiché muore subito dopo. Marta si reca in ospedale per prendere i bambini ma, appreso che Clara è affetta da sindrome di Down, la rifiuta fermamente e porta via solo Francisco, raccontando a tutti che la piccola,nata con problemi, è morta poco dopo Helena, che è dotata di grande generosità e sensibilità, decide di adottare Clara, anche perché lei ha perso, in passato, una figlia ed ora è ben felice di averne un’altra, nonostante i problemi che la disabilità potrà comportare. Passano alcuni anni e un giorno Leo torna a Rio, dove scopre di avere un figlio... sarà Olivia che lo aiuterà a riavvicinarsi a lui, mentre Helena sarà tormentata da un dilemma: rivelare all’uomo che Clara è viva e l’ha cresciuta lei, rischiando di perderla, oppure continuare a tenere il segreto. Parallelamente alle vicende dei gemelli conosciamo le vicissitudini dei familiari di Oivia, il padre Tide, rimasto vedovo, i fratelli Jorge e Leandro e le sorelle Marcia, Carmen ed Elisa: vivono tutti nella meravigliosa villa di famiglia, sono molto uniti e lavorano tutti nella Casa della cultura ‘’Ama’’, un bellissimo edificio dedicato alla moglie di Tide, morta all’inizio della telenovela, in cui si svolgono mostre di pittura, lezioni di danza e varie manifestazioni culturali. Naturalmente le storie d’amore, fin dal principio, non mancano; Carmen in crisi col marito Bira, avrà una storia con Greg, marito di Helena; Jorge si fidanza con Simone, ma è oggetto di una corte serrata da parte di Sandra, che gli creerà non pochi problemi. Helena, dopo la separazione da Greg, ritrova il suo vecchio amore, Diogo, mentre Isabel (Vivianne Pasmanter), un’amica di Olivia, si innamorerà, ricambiata, di un uomo sposato, il cinico Renato, con tutte le complicazioni del caso. Anche la giovanissima Giselle, che studia danza presso l’AMA e che soffre di bulimia, vivrà il suo primo amore con Luciano, figlio di un brillante avvocato, Tereza, (Renata Sorrah).

Curiosità
• Questa telenovela è (dopo "Dolce Valentina") la seconda acquistata e doppiata interamente dall’emittente satellitare tematica Lady Channel, viene tuttavia trasmessa, causa accordi commerciali, prima dal canale locale Antenna Sicilia in un breve passaggio estivo, per passare in seguito su Lady Channel.
• E' stata la telenovela più seguita del 2006 in tutto il Brasile, registrando picchi di ascolto notevoli.
• Il teleromanzo tratta, oltre alla classica storia d'amore, anche temi scottanti come l'aborto e la sindrome di Down.
• Da sottolineare, nel cast, la presenza di Sonia Braga, che dopo 26 anni torna a lavorare in una telenovela dal principio alla fine (in “La forza del desiderio “aveva fatto una breve apparizione), interpretando l’artista Tonia, che incanterà sia Silvio che Tide.

Sigla: "Wave", interpretata da Tom Jobin.

Cast
Regina Duarte - Helena
José Mayer - Greg
Fernanda Vasconcellos - Nanda
Ana Paula Arósio - Olívia
Thiago Lacerda - Jorge
Vivianne Pasmanter - Isabel
Lília Cabral - Marta
Marcos Caruso - Alex


Immagine

_________________
Immagine Immagine


12/11/2013, 10:23
 Profilo Invia messaggio privato E-mail  
 
Non connesso
 Oggetto del messaggio: Re: Pagine di vita
MessaggioInviato: 14/02/2014, 16:29 
Avatar utente

Rank: Amministratore
Messaggi: 2604
Località: Reggio Calabria
[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 20/4/2010]
Io devo ancora finire di vederla, sono ad oltre metà: è una storia davvero significativa, commovente, la bambina che interpreta Clara, la gemella con la sindrome di down, è dolcissima, oltre che bravissima... Anche il piccolo Francisco è un amore. Io sono un po' di parte perché adoro Manoel Carlos, che non a tutti piace, molti trovano che le sue telenovelas siano troppo realistiche e prive di azione, ma a me piace proprio perché sono molto "parlate", basate principalmente sulle relazioni tra le persone, sull'esplorazione psicologica, anche se non mancano gli ingredienti classici come le storie d'amore tormentate, i segreti, gli intrighi...


[Commento dell'utente: cicci09 - Inviato il: 11/10/2010]
Ho visto la scena in cui Helena comunica a Marta che la bambina è affetta dalla sindrome down. Veramente bella. Quando avrò un po' di tempo me la voglio guardare.


[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 11/10/2010]
Fai bene Cicci, perché la telenovela merita davvero: Lilia Cabral con questo ruolo si è superata, quello di Marta è un personaggio molto complesso, non è la tipica cattiva, quella che vuole distruggere la rivale in amore, ma una donna che non prova più sentimenti, che vive alla giornata e conosce solo il lato pratico della vita, una donna capace di mostrarsi fredda e cinica davanti alla figlia morta e al nipotino che l'abbraccia, però poi si commuove davanti a un film o al ricordo dei momenti passati in allegria con Nanda... ebbene, la Cabral ha dato una prova eccellente, il giudizio è stato unanime, sia da parte degli spettatori che della critica, cosa che avviene raramente.

Continuo ora con i ricordi più significativi di questa produzione....
Altri momenti indimenticabili sono quelli che raccontano la storia d'amore tra Isabel e Renato, una coppia piena di romanticismo, passione, contrasti: la sfacciataggine e il maschilismo di lui da una parte, gli scrupoli e i momenti di cedimento di lei dall'altra, tra attrazione, scontri, drammatici colpi di scena e momenti di tenerezza, con una azzeccatissima canzone che accompagna le loro scene.


[Commento dell'utente: dilikat - Inviato il: 5/7/2011]
Finalmente questa sera ho potuto seguirla un po', ma giusto una mezz'oretta o poco più perché ho finito molto tardi al lavoro, e sinceramente non mi ha fatto una grandissima impressione. Mi rendo conto che poche decine di minuti sono nulla per poter esprimere un giudizio e probabilmente anche alcune puntate non basterebbero, però la prima sensazione, direi a pelle, è che a prescindere dalla bontà o meno della storia, la riuscita è pregiudicata dal pessimo doppiaggio, si nota fin troppo la totale mancanza di sincronia tra il movimento delle labbra e quanto viene detto. Poi devo confermare quanto è stato detto in precedenza da Mindylu, e cioè la ridicola scelta di italianizzare i nomi, cosa che ne inficia la "collocazione" nell'ambientazione brasiliana, la riluttanza - almeno per chi già è avvezzo ad ascoltare alcuni attori con le loro voci originali - ad "accettarli" con voci diverse, cosa che li fa sembrare fuori parte, ma questo non è un difetto di per sé, è solo una considerazione personale. Anche il tono espressivo dei doppiatori mi è parso un po' "carico", e questo in alcune scene ha fatto sembrare anche la gestualità di alcuni attori, eccessiva o addirittura comica.
Penso che continuerò a darci un'occhiata ma devo confessare che l'abitudine a seguire ormai le versioni originali, mi ha viziata e resa forse un po' prevenuta nei confronti di quelle tradotte, voi invece che ne pensate?


[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 5/7/2011]
Dilikat, hai proprio ragione sul doppiaggio: la sensazione è che il tutto venga involgarito, ridicolizzato, ed è una cosa che noto spesso facendo il raffronto con l'originale.
L'avevo riscontrato anche ne "La forza del desiderio" e in "Betty la fea": quando doppiano i personaggi che dovrebbero dare un tono leggero alla vicenda tendono ad esagerare, facendone delle ridicole macchiette, con voci quasi da cartoni animati!!! (vedasi Pereira nella prima e le amiche di Betty o Nicola nella seconda)
Io questa telenovela l'ho sempre definita di classe, sofisticata, ma vedendo la versione italiana tutto ciò si perde!!!
Ad esempio Tide nella storia è un vero signore, galante, educato, ma nella versine italiana, considerando le prime scene, sembra un rimbambito, a volte anche un po' grezzo. :o


[Commento dell'utente: mikiyuri87 - Inviato il: 11/7/2011]
Il canale che produce la telenovela in questione vuole l'esclusiva e vendono alle altre reti internazionalmente la versione con dei tagli, basta vedere 'Dolce Valentina' (Mi gorda bella) è da molti anni che tutto il mondo cerca la versione trasmessa nel 2002 da RCTV, ma niente da fare, sono dovuta arrivare io per trovarla dopo tante ricerche e fra un po' mi arriverà, per non parlare del doppiaggio usato in questa telenovela, davvero orrendo, talmente da modificarne i caratteri, le sfumature e la recitazione di ogni attore, con il doppiaggio l'hanno annientata, un altro esempio è Betty la fea, anche per questa la versione internazionale è quella tagliata e la versione di RCN nessuno ancora la possiede e l'elenco potrebbe proseguire.


[Commento dell'utente: Simona s - Inviato il: 14/7/2011]
Io vi invito a seguirla: pur non amando le telenovelas ambientate nella nostra epoca, la trovo coinvolgente!
Le ultime ore di Nanda... commovente!


[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 14/7/2011]
Hai ragione Simona: la storia di Nanda è molto commovente... le sue illusioni, la sua paura, il rifiuto della madre, la nascita dei gemelli, la morte...
Poi c'è il salto temporale e ritroviamo i gemelli all'età di cinque anni e anche qui tanta commozione, sono entrambi adorabili, tenerissimi. :oops:
A me ha coinvolto anche la storia di Gisella, con una madre fissata con la danza e le diete, tanto da farla diventare bulimica...
E come coppia mi sono piaciuti Isabel e Renato, anche se lui all'inizio lo odiavo, però loro due più li vedevo insieme e più mi emozionavano, la loro storia è la più romantica della telenovela, sottolineata da una canzone molto piacevole. E anche il personaggio di Ana Paula Arosio riserverà delle sorprese. ;)

Poi la sigla qui è "Wave'', famosissimo pezzo di Tom Jobim, uno degli inventori della bossa nova, noto in tutto il mondo! Riguardo al fatto che qualcuno può trovarla noiosa, bisogna considerare che le telenovelas di Manoel Carlos sono basate molto sul dialogo, inoltre ci sono tantissimi personaggi e si parla di temi sociali (in questo caso il problema dell'inserimento dei disabili, l'anoressia, l'AIDS, ecc..).
Questo può spiazzare chi si aspetta la classica storia d'amore, oppure chi desidera solo l'intrattenimento: una telenovela di Manoel Carlos offre più di questo, ma richiede anche di più da parte dello spettatore.


[Commento dell'utente: Fedecolmenares - Inviato il: 19/9/2011]
Bè, infatti mi sembra che per i temi trattati questa più che una classica storia d'amore sia una telenovela sociale, che va al di la della love story. Questo può renderla interessante, ma a tante persone potrebbe non piacere...


[Commento dell'utente: Trilli123 - Inviato il: 5/11/2011]
Sinceramente avrei preferito trasmettessero un'altra storia, non mi interessano molto i contenuti sociali perchè ho voglia di rilassarmi quando guardo la televisione, Ana Paula Arosio comunque in questa telenovela è veramente carina!


[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 7/11/2011]
Per me non è stata affatto noiosa, che dire allora di tutte quelle degli anni '80 e '90, dove un personaggio faceva una domanda all'altro e quello per rispondere ci impiegava tre puntate, balbettando "Ecco, vedi, il fatto è che, dunque, allora, capisci, eh, aspetta..." :lol: e tu stavi lì e pensavi "Ma dai, diglielo, quanto ci vuole?" :evil:
Poi naturalmente contano la tipologia del prodotto e il fatto che in Italia il pubblico non è più abituato a questo genere di telenovela: le brasiliane delle nove, che hanno una struttura particolare, molto diversa dalle telenovelas classiche degli altri paesi, negli anni '80 erano conosciute e avevano una buona fetta di pubblico che le seguiva, invece negli ultimi venti anni sono praticamente sparite, tranne Terra nostra 1 e 2 che però, sono tra le più scadenti di quella fascia (le altre arrivate in Italia verso il 2000 erano o telenovelas delle sei o miniserie, più romantiche o più brevi...). Il pubblico di oggi, soprattutto quello più giovane, è quindi digiuno in tal senso, e Paginas da vida non è proprio un prodotto nazional-popolare, che possa da subito far presa sul telespettatore.
E qui entra in gioco anche lo stile particolare di Manoel Carlos, non certo facile, che predilige il dialogo all'azione, il quotidiano allo straordinario, per cui se interessa questo tipo di narrazione, basata principalmente sullo studio psicologico dei personaggi, la telenovela non delude di certo, come è successo per me, altrimenti sembrerà noiosa... tutto dipende da quello che uno si aspetta.
In ogni caso il doppiaggio l'ha in parte rovinata, purtroppo.

_________________
Immagine Immagine Immagine


30/05/2013, 13:53
 Profilo Invia messaggio privato E-mail  
 
Non connesso
 Oggetto del messaggio: Re: Pagine di vita
MessaggioInviato: 03/03/2014, 19:08 
Avatar utente

Messaggi: 50
Località: Terra del Sole
Avevo intenzione di seguirla, quando rai Premium aveva iniziato a trasmetterla, ce l'ho messa tutta, ma niente non mi ha coinvolto. Forse non è il momento giusto.

_________________
Immagine


18/02/2014, 17:51
 Profilo Invia messaggio privato E-mail  
 
 Pagina 1 di 1
 [ 268 visite, 3 messaggi ] 

Indice » Parliamo di telenovelas » Telenovelas trasmesse in Italia » Anni '00

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alexa [Bot] e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Online dal 04/08/07 - Powered by phpBB - Trattamento dei dati personali
Idea, Grafica & Layout © 2013 - 2014 by Isabel & saver71
Traduzione Italiana phpBB Italia
phpBB SEO