Votate la telenovela!

1. Pessima - Immagine
0
Nessun voto
2. Accettabile - Immagine
0
Nessun voto
3. Gradevole - Immagine
0
Nessun voto
4. Bella - Immagine
0
Nessun voto
5. Ottima - Immagine
1
100%
 
Voti totali : 1

Leonela

09/11/2013, 17:54

Leonela

Immagine

Titolo originale: "Leonela"
Regia: Cesar Enrìquez
Protagonisti: Mayra Alejandra e Carlos Olivier
Remake: Leonela, muriendo de amor del 1997
Puntate: 248
Paese: Venezuela
Anno: 1984


Trama
Leonela Ferrari è una giovane studentessa di giurisprudenza, bella, spensierata, un po’ viziata, essendo nata in una famiglia particolarmente agiata, e fidanzata con Otto Mendoza. Il giorno della laurea in legge Leonela si reca alla villa al mare con tutti i suoi amici e col fidanzato per festeggiare e, mentre Otto acquista delle birre, assiste ad una lite furibonda fra questi ed un ragazzo ubriaco, Pedro Luìs Guerra. La sera, mentre tutti ballano sulla spiaggia, Leonela passeggia spensieratamente vicino agli scogli spiata da Pedro Luìs che, preso da un istinto bestiale, la aggredisce violentandola. Dopo lo shock iniziale, Leonela trova la forza di parlare di quanto accadutole alla madre Estela ed alla zia Selenia; quest’ultima informa anche il marito, Joaquìn Machedo, un mezzo boss dei locali notturni. Joaquin, identificato con la complicità di Otto Pedro Luìs, assolda dei malviventi per picchiarlo. Durante la colluttazione uno di essi perde la vita battendo la testa sul marciapiede: Pedro Luis viene arrestato ed accusato d’omicidio. Al processo Leonela sostiene l’accusa, mentre Pedro Luis è difeso dall’avvocato Nelson Martìnez che, con grande abilità, riesce a dimostrare come l'uomo abbia agito solo ed esclusivamente per legittima difesa, ottenendo così l’assoluzione. A questo punto Leonela decide di compiere un gesto straordinario denunciando Pedro Luìs per violenza carnale. Da tale accusa il giovane non può essere difeso e viene così condannato a dieci anni di carcere. Durante il periodo del processo in Leonela hanno cominciato a manifestarsi i sintomi di una gravidanza quanto mai indesiderata. La giovane è profondamente combattuta fra l’aborto, caldeggiato dalla zia Selenia, donna moderna e di idee molto avanzate, e la prosecuzione della gestazione per la quale parteggia sua madre Estela, figura pia e devota. Leonela opta per la decisione di portare a termine la gravidanza, però stabilisce che, una volta partorito, avrebbe dato in adozione il neonato. Pedro Luìs, in carcere, si lega ad individui poco raccomandabili e spesso è coinvolto in risse e liti che gli procurano severi castighi e reclusioni nel “fosso?, una zona di punizione. Durante le lunghe giornate trascorse in prigione Pedro Luìs, ogni tanto, riceve le visite dei familiari: nonna Delfina, il fratello Rafael e sua moglie Nieves Maria, nonno Arcadio, Manaue. Proprio durante una di queste visite viene informato da Nieves Maria della gravidanza di Leonela e con ella escogita un piano per saperne di più. Infatti Nieves Maria, facendosi passare per un’infermiera, viene assunta alle dipendenze di casa Ferrari per prendersi cura di Leonela negli ultimi mesi prima del parto. Con grande discrezione, ma al contempo con abile scaltrezza, la donna viene a sapere della ferma volontà di Leonela di dare via, una volta nato, il bambino. Passano le ultime settimane e giungono le doglie, Leonela, ricoverata in clinica, da’ alla luce un bimbo che, in una drammatica scena, rifiuta, al che Nieves Maria, accompagnata da Joaquìn, porta il neonato al Centro di Adozione dove verrà abbandonato. Nello stesso centro in precedenza si era recata Nieves Maria col marito Rafael per avviare le pratiche necessarie per adottare un bambino, vista l’impossibilità della coppia di avere figli. Fatta una piccola pressione alla direttrice di tale Centro, Nieves e Ràfael ottengono in adozione proprio il figlio di Pedro Luìs e Leonela. Passano diversi anni nel corso dei quali Leonela, dopo alcuni viaggi per il mondo, diviene un’avvocatessa di grido famosa per la sua freddezza e la sua durezza tanto da essere chiamata la “dama di ferro?. Intanto Nieves Maria rimane vedova e deve crescere da sola il piccolo. Nel frattempo Pedro Luìs, in carcere, grazie alla sincera amicizia con Cayetano, intraprende la via degli studi ottenendo dapprima la licenza media e giungendo poi alla laurea in legge. In questi duri e lunghi anni di sacrifici Pedro riceve anche un’inaspettata eredità da un vecchio di nome Vincenzo, conosciuto in carcere e preso da tutti per pazzo, dal momento che parlava sempre di immense ricchezze; tali incalcolabili sostanze esistono davvero e passano, alla morte di Vincenzo, a Pedro Luìs che, scarcerato anticipatamente per buona condotta, può aiutare tutta la sua famiglia, acquistare una villa ed aprire un prestigioso studio legale con l’amico avvocato Nelson Martìnez. L’entrata nel mondo giuridico da parte di Pedro Luìs avviene nella maniera più singolare ed eclatante; infatti Pedro sostituisce Nelson nella difesa di un uomo imputato di stupro la cui accusa è sostenuta da Leonela. I due si fronteggiano in tribunale in un’udienza al cardiopalma e Pedro Luis riesce addirittura a vincere la causa sconfiggendo per la prima volta dopo molti anni l’invincibile avvocatessa Ferrari! Leonela vive un periodo pieno di sconvolgimenti sia sul piano umano: la ricomparsa di Pedro Luìs, l’improvvisa ed ambigua morte di suo padre, che risulterà poi assassinato da Joaquìn, a sua volta morto in una sparatoria; sia sul piano professionale: la prima bruciante sconfitta in un processo e per di più ad opera di Pedro Luìs. Dal canto suo Pedro Luìs grazie al patrimonio ereditato come un moderno Edmond Dantes inizia una serie di vendette contro coloro che lo sbatterono in carcere, in particolare Homero, il padre di Leonela, che, proprietario di una fiorente ditta, è ora attanagliato dai debiti a causa della crisi industriale che ha colpito il Venezuela e Joaquìn Machedo che è sempre più coinvolto nella malavita organizzata e nel traffico di droga. Dopo i tragici eventi che hanno colpito Leonela, in lei si risveglia l’istinto materno ed inizia una disperata ricerca del figlio abbandonato senza sapere che Pedrito, questo è il nome del bambino, è stato amorevolmente cresciuto dalla famiglia di Pedro Luìs. L’odio, il rancore e la vendetta che albergano sia in Pedro Luìs che in Leonela e che sono l’altra faccia dell’amore, ben presto si trasformeranno in entrambi in un sentimento di passione che li porterà ad avvicinarsi, unirsi ed addirittura sposarsi. Il sogno d’amore fra Pedro Luìs e Leonela sembra essere giunto al culmine, ma la prima notte di nozze Leonela respinge Pedro turbata dai ricordi della violenza subita molti anni prima e lui, adirato per tutto ciò, lascia l’albergo e passa la notte con Lorena, una donna conosciuta per strada. Ritornati prima del previsto dal viaggio di nozze per la morte improvvisa di Estela, Leonela e Pedro iniziano a vivere una vita matrimoniale fredda e distaccata: lei frustrata per l’impossibilità di soddisfare il marito, mentre lui, arrabbiato per tale situazione, continua a frequentare Lorena che diviene ben presto la sua amante. La vicenda viene a complicarsi ulteriormente nel momento in cui Nieves Maria, ritornata da un viaggio, decide di conquistare Pedro Luìs, di cui è sempre stata segretamente innamorata, ed in più di riavere con se Pedrito che ha cresciuto per tanti anni con affetto ed amore come fosse figlio suo. Pedro Luìs la respinge e nel frattempo Nelson, amico e collega di Pedro, che ha sempre avuto un debole per Nieves, si fa avanti, le dichiara il suo amore e le propone il matrimonio; la donna, nella speranza di formare una famiglia e così di ottenere l’affidamento di Pedrito, accetta. Il processo per l’assegnazione del bambino ha così inizio e Pedrito, per lo stress emotivo a cui è continuamente sottoposto, si ammala e spesso è soggetto a frequenti svenimenti con mancanza di respiro. Tutti sono terribilmente allarmati per ciò che sta accadendo al piccolo. Leonela, su consiglio della zia Selenia, si rivolge ad uno psicologo nella speranza di risolvere i suoi problemi coniugali, ma l’uomo, trovando in Leonela una formidabile somiglianza con la donna amata e morta da anni, viene colto da una vera e propria ossessione e decide di incontrarla anche al di fuori delle visite mediche, la fa vestire di nero, le fa leggere libri di poesie ed ascoltare dischi di musica classica; la poverina, credendo sia parte della cura, asseconda lo psicologo finché nell’abitazione dell'uomo adocchia il ritratto del primo amore e nota la forte somiglianza con se stessa. Pedro Luìs, dopo un primo riavvicinamento a Leonela, in seguito alla decisione di lei di sottoporsi alle cure dello psicologo, si allontana nuovamente dalla moglie in quanto pensa che l'abbia tradito e cerca di nuovo conforto in Lorena. Quando però Leonela smette di frequentare il dottore ed il tribunale dei minori affida Pedrito a Nieves Maria ed a Nelson. Pedro Luìs chiude definitivamente con Lorena, la quale gli ruba un mazzo di chiavi, e torna da Leonela più comprensivo ed innamorato che mai. Lorena, per vendicarsi dell’abbandono di Pedro, prima infrange i vetri dell’auto di lui, poi s’introduce nel suo studio nottetempo e lo mette a soqquadro ed infine penetra in casa Guerra ove trova Leonela e le spara; questa, che aveva meditato di fuggire col figlio sottraendolo a Nieves, scappa ferita col piccolo Pedrito e si rifugia per diversi giorni a casa di Maruka, la fedele domestica. Leonela sta sempre peggio e Pedrito vorrebbe avvertire il padre, il quale avendo fortunatamente pedinato Maruka, scopre il nascondiglio di Leonela e la porta in ospedale salvandola. Dopo tanto odio, tante incomprensioni e risentimenti Nieves Maria, rimasta incinta di Nelson, rinuncia volontariamente a Pedrito ed il bambino può finalmente vivere felice con Pedro Luìs e Leonela, riconciliatisi per sempre e speranzosi in un futuro costellato di figli.

Curiosità
“Leonela?, circolata per moltissimi anni su emittenti locali e circuiti nazionali come Italia 7, era strutturata in 133 puntate della durata di 45 minuti. In tempi più recenti, essendosi parzialmente rovinata in alcune parti per i molteplici passaggi e dovendo assecondare l’esigenza tecnica di essere riversata su supporti DVD, risulta organizzata in 248 puntate da 25 minuti (anziché 266), avendo subito l’eliminazione delle scene consunte. La telenovela, che in Italia è considerata una storia unica ed omogenea (come succede oggi con “Celeste? nell’edizione in 372 puntate), originariamente in Venezuela fu realizzata in due momenti: la prima parte si concludeva col matrimonio fra Leonela e Pedro Luis e poi, dato lo strepitoso successo, la stagione successiva venne prodotta la seconda parte, il cui titolo originale è "Miedo al amor". Come successo per i titoli più famosi, per esempio “Topazio?/“Esmeralda?, “Cristal?/“Libera d’amare?, “Piccola Cenerentola?/ “Innamorata?, anche “Leonela? ha avuto nel 1997 un ‘refrito’ omonimo di produzione peruviana con Mariana Levi e Diego Bertie e recante il sottotitolo “Muriendo de amor?. La coppia formata da Mayra Alejandra e Carlos Olivier aveva già fatto faville negli anni precedenti lavorando come protagonista in “Marta? (1982), “Capriccio e passione? (1982) e “Cuori nella tempesta? (1983). Invece la coppia costituita da Jeannette Rodriguez e Carlos Mata, rispettivamente nei ruoli di Patty e Willy, ha dato un’ottima prova tanto da divenire successivamente protagonista in due telenovele di grande successo: “Cristal? (1985) e “La signora in rosa? (1986). Jeannette Rodriguez in "Leonela" ebbe una parte significativa, quella di una ragazza con problemi di droga. L'attrice, durante un'intervista, affermò che dovette essere molto convincente nell'interpretazione del personaggio di Patty perché il governo venezuelano ordinò alla televisione di farlo scomparire, poiché si diceva che incitava la gente a drogarsi. Inoltre la Rodriguez aggiunse che all'epoca la fermavano per strada per venderle la droga. Negli Stati Uniti girarono alcuni documentari in cui si citava il personaggio di Patty per animare la gente alla riabilitazione. Tra le curiosità del cast si segnala il cambio di attrice che interpreta il personaggio di Nieves Marìa, avvenuto nel 90° episodio, da Loly Sànchez a Chony Fuentes.

Cast
Mayra Alejandra - Leonela Ferrari
Carlos Olivier - Pedro Luìs Guerra
Loly Sànchez/Chony Fuentes - Nieves Marìa
Carlos Camara - Otto Mendoza
Miguel Alcàntara - Nelson Martìnez
Carlos Mata - Willy
Julie Restifo - Claudia
Eric Noriega - Trino
Tomàs Enrìquez - Arcadio
Galdys Caceres - Estela
Cecilia Villareal - Selenia
Carlos Màrquez - Joaquìn
Javier Vidal - Ràfael
Carlos Villamizar - Ramòn
Flavio Caballero - Manaue
Mahuampi Acosta - Delfina
Roberto Pèrez - Fredo
Jeannette Rodrìguez - Patty
Carlitos Camara - Pedrito
Hazel Leal - Tibisay
Soraya Sanz - Maruka


Immagine

Re: Leonela

10/02/2014, 16:39

[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 10/4/2010]
La telenovela è molto bella davvero: io la vidi quando andavo a scuola e non dall'inizio, anche se poi ho recuperato le scene salienti, il tema era certamente forte, se vogliamo anche assurdo, una donna che si innamora del suo violentatore è decisamente improbabile, però è resa in maniera davvero coinvolgente, grazie alla bravura degli attori. Oltre ai protagonisti ricordo che mi colpì molto Jeannette Rodriguez, all'epoca una sconosciuta, nel suo ruolo di tossicodipendente: sapeva interpretare molto realisticamente l'alternanza tra i momenti di euforia e qelli di disperazione...


[Commento dell'utente: mariposa1985777 - Inviato il: 13/1/2011]
Ciao a tutti. Ho notato che in molti citano Leonela come telenovela fra le preferite...
Io la ricordo con molta nostalgia, mi era piaciuta tantissimo, però c'è sempre stato qualcosa di strano nell'evolversi della storia: com'è possibile che una giovane donna violatata si innamori proprio del colpevole?
Secondo voi è possibile nella realtà, sì, lo so che è solo una storia, ma secondo voi potrebbe accadere veramente? Se non ricordo male inizialmente è stato umiliato dal fidanzato di Leonela e lui ha pensato che lei fosse compiaciuta, ma in realtà non fu così, quindi su una sorta di vendetta dettata dall'alcool la violentò, certo che non è facile superare un trauma così e poi se ricoradate lei abbondonò il figlio frutto della violenza... secondo me si innamorò perché ha capito il pentimento di lui, cmq non penso che nella realtà possa succedere...


[Commento dell'utente: Trilli123 - Inviato il: 25/1/2012]
Ho appena finito di vederla, che dire mi è piaciuta da matti! E le musiche tutte bellissime! Che triste però la morte di Patty, :cry: una cosa che mi ha fatto ridere è la storia tra Willy ed Estela, allora era strano che un ragazzo stesse con una donna più grande, mentre al giorno d'oggi non ci fa più caso nessuno!


[Commento dell'utente: la sognatrice innamorata - Inviato il: 25/1/2012]
Eeeh te lo dicevo io! Si, tutte le musiche sono la mia passione, sono stupende!
Si è vero, la morte di Patty è una brutta scena soprattutto quando la madre va a riconoscere il cadavere, però ti dico una cosa, Estela riceve una bella lezione di vita con questo! E se hai seguito mi capisci. Si, tanti anni fa queste relazioni di età diverse facevano scandalo, cmq sono molto carini, poiché ogni scena fra loro due è sempre stata sobria, mai nulla di volgare.


[Commento dell'utente: Fedecolmenares - Inviato il: 10/2/2012]
Otto mi sta proprio antipatico! Già dalla faccia è un essere detestabile!!! Invece Pedro Luis come ragazzo mi piace, anche se per lo meno in queste prime puntate, risulta strano come dopo aver stuprato Leonela si sia innamorato così!!!


[Commento di: Isabel - Inviato il: 10/2/2012]
Ho visto questa telenovela qualche mese fa. Pedro Luis ha un pessimo carattere, è arrogante, presuntuoso e troppo maschilista, poi oddio a primo impatto fa paura, si vede subito in costume e nudo non fa una bella figura eh, :D tutti quei peli che ha gli saranno entrati anche nel cervello appunto violenta lei.
Quindi già questo fatto fa in modo che io detesti Pedro Luis per tutta la telenovela, è assurdo tifare per uno stupratore! Nella vita reale nessuno tiferebbe per un animale simile, quindi sarebbe da iprocriti farlo in una telenovela.

Lei invece ha un bel carattere e si è saputa destreggiare bene con quell'animale e tutta la famiglia che la incolpavano di essere senza cuore perché all'inizio rifiutava la gravidanza, cosa normalissima subito dopo aver subito una violenza così brutale. Inoltre lui dovrebbe ringraziarla che lo ha mandato in carcere, almeno si è istruito visto che era un ignorante. Per il resto bellissima storia anche se insolita e forte, avrei preferito però che lei non si innamorasse di lui e che si mettesse con qualcun'altro.



[Commento dell'utente: Kelly C. - Inviato il: 10/2/2012]
Assolutamente d'accordo, è stato assurdo farla innamorare del suo stupratore.


[Commento dell'utente: la sognatrice innamorata - Inviato il: 4/3/2012]
Per me è vero ognuno ha i suoi gusti e ci sta, ma "Leonela" resterà sempre la mia telenovela preferita, un capolavoro che tratta argomenti importantissimi e purtroppo molto attuali, con un cast di una bravura mozzafiato, ricca di sentimenti, di buoni insegnamenti e dove ad ogni passo ti fa capire che quella persona, quel personaggio aveva bisogno di quella lezione di vita. Credo sia per questo che abbia avuto tanto successo, che poi c'è la vicenda che lei sposa il suo stupratore si ok, ma in tutte le telenovele c'è sempre qualcosa di inverosimile o di assurdo, almeno io lapenso così.


[Commento dell'utente: *Sirya - Inviato il: 4/3/2012]
Isabel, posso quotarti in tutto e per tutto?
Seriamente, adoro quello che hai detto.

@ la sognatrice innamorata: Per curiosità, che insegnamento ne ricavi da una telenovela come Leonela?
Premetto che trovo Mayra Alejandra assolutamente comica come attrice, ma io vedo come unico insegnamento il: non importa se sei stata violentata, alla fine è colpa tua.

E per questo ne ho ricavato un enorme senso di schifo.
Ma poi fosse Pedro Luis diventato come Gino di Guadalupe - lì è un cambiamento reso bene - si sarebbe anche potuto accettare. Forse...
No, osa trattarla come una stro*za perché lei osa rifiutarlo, facendo una manfrina sul fatto che lui era povero e lei no. MA CHE CA**O C'ENTRA? A quando lo stupro per proteggere la persona stuprata?
E quell'animale osa pure attaccarla perché ha abbandonato il bambino (testa di cavolo, l'hai stuprata tu!) e pure perché non riesce a fare l'amore con lui. Ma tante grazie!!


[Commento dell'utente: la sognatrice innamorata - Inviato il: 4/3/2012]
Sirya innanzitutto tu puoi quotare chi vuoi perché sei libera di farlo, punto secondo che tu trovi Mayra un'attrice comica sono sempre fatti tuoi perché ognuno ha i suoi gusti, ma mi piacerebbe sapere chi è la TUA attrice preferita; ma poi scusa ma quando nella telenovela hai sentito che se lei era stata violentata era colpa sua? Probabilmente è una cosa che hai voluto vedere tu! E per finire voglio chiarirti (perché si vede che non l'hai neanche seguita bene, quindi non so fino a che punto puoi commentarla) che Leonela non riusciva a fare l'amore con lui non perché era traumatizzata dalla violenza, ma per il suo senso di colpa per aver rifiutato suo figlio... ah! poi non è mica colpa mia se tu hai voluto cogliere quel tipo di insegnamento!


[Commento dell'utente: *Sirya - Inviato il: 4/3/2012]
Sinceramente, mi piace moltissimo Malu Mader (la Ester de "la forza del desiderio") e anche Letizia Calderon, che trovo bellissima e molto fine e anche capace di una recitazione onesta.
Mi piace molto anche la Noriega e spero di procurarmi presto "Amor Real".
Mayra Alejandra fa certe smorfie che mi fanno morire dal ridere quando recita, anche se ammetto che è una bellissima donna.

Sognatrice innamorata, guarda che Leonela dice "sei stato tu a farmi sorgere paura dell'amore con la tua violenza...". Ora non ricordo a memoria, abbi pietà.
Poi non ho l'abitudine di vedermi e rivedermi cose già viste. Mi succede coi libri, figurarsi con le telenovelas.
E con quella mia frase mi riferisco a come Pedro Luis (che, siccome Leonela non riesce ad "amarlo" si fa l'amante) tratta Leonela, quando praticamente le sbatte dinanzi la sua povertà come se fosse una scusa.
Queste cose a me fanno veramente orrore e non sono una bacchettona.


[Commento dell'utente: la sognatrice innamorata - Inviato il: 4/3/2012]
Rispondo premettendo che è l'ultima risposta, perché sinceramente non vorrei assolutamente fare una polemica poiché penso che ognuno debba rispettare i gusti degli altri, cmq Malu Mader e Leticia Calderon piacciono tanto anche a me quindi pieno rispetto, la Noriega non mi piace! Però dicono che "Amor real" sia molto bella; Poi non ti preoccupare non è che ti devi ricordare per forza le battute della telenovela, ma ci mancherebbe... Ma infatti se queste cose ti fanno orrore e non sei una bacchettona non guardarla "Leonela". Cmq ripeto per me la cosa finisce qua.

Re: Leonela

10/02/2014, 17:36

[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 25/3/2012]
Io ai tempi l'avevo vista dal momento in cui Pedro Luis usciva dal carcere, quindi ora che la stanno trasmettendo su Tv Centro Marche sto guardando per la prima volta la parte iniziale...
A mio avviso in questa prima fase Leonela è l'unico personaggio credibile: le sue reazioni sono quelle che uno si aspetterebbe da una ragazza violentata, mentre tutte le altre sono francamente inaccettabili...
Ieri mentre cucinavo sentivo Nieves Maria che diceva al marito "Io non capisco perché Leonela odi tanto Pedro Luis." Come non lo capisci? Una donna che non capisce perché una ragazza aggredita e stuprata odi il suo violentatore? :shock:
Poi mi disturba il fatto che dicano spesso che la violenza sessuale è una conseguenza della povertà di Pedro Luis: il reato ha la stessa gravità per un ricco o per un povero, non c'entra nulla la posizione sociale!!!
Ricordo che tutta la vicenda venne vista come l'unione di due persone che hanno entrambe commesso un errore gravissimo e che dopo aver espiato la loro colpa riescono a stare insieme superando i rancori reciproci... ma c'è una differenza abissale tra l'errore di Pedro Luis (reato penale) e quello di lei (far adottare un figlio che si ritiene di non poter amare, pratica perfettamente legale e direi anche finalizzata al bene del bambino... se la madre vera non può crescerlo con l'amore che merita è giusto che se ne occupi una coppia che può assicurarglielo).
Quindi ritengo lecite tutte le perplessità che molti hanno avuto vedendo questa storia... poi è vero che il tema del bambino conteso, il dramma di Patty e i tormenti di Leonela verranno resi con maestria e ci si commuoverà più volte... in questa fase iniziale, poi, ho apprezzato molto anche la parte del processo, le riflessioni di Leonela quando si confida con la sua amica... ecco, queste cose trovo che siano state rese molto bene, ma alcune idee e considerazioni che emergono dai dialoghi della maggior parte dei personaggi... beh, sono decisamente inaccettabili, in qualsiasi contesto.


[Commento dell'utente: la sognatrice innamorata - Inviato il: 30/3/2012]
Stamane ho rivisto una scena che conosco a memoria, ma ogni volta sembra che noti qualcosa in più, è quando Leonela viene a sapere dove si trova suo figlio e quindi si precipita a casa di Pedro Louis.... Mayra è davvero straordinaria, ce ne sono poche con la sua bravura... quel ridere e piangere nello stesso momento, quella disperazione. Unica!!!!


[Commento dell'utente: mindylu - Inviato il: 7/4/2012]
Verissimo Sognatrice, tutta la parte che riguarda il bambino è realizzata magistralmente, ci si commuove e si riflette sull'eterno dilemma tra madre biologica e madre adottiva, a me è la vicenda che è rimasta impressa maggiormente, più della storia d'amore.
Qui su Tv Centro Marche siamo arrivati alla nascita del bambino e alla sua adozione da parte di Nieves. C'è stata la famosa scena dell'incontro in carcere tra Leonela e Pedro Luis, con lei che si sente in colpa perché ha scoperto che era stato suo zio ad organizzare l'agguato ai suoi danni.
Ancora una volta lei è il personaggio migliore della storia: per un senso di giustizia si scusa con lui e gli assicura che non si opporrà se ci sarà l'appello. Lui invece eccolo di nuovo a peccare di presunzione e a dichiarare solennemente di non volere nulla da lei... anche se in effetti il fatto che si sia accusato dello stupro durante il processo significa comunque che lui vuole espiare la sua colpa, ed è consapevole che è una colpa gravissima, anche se a volte sembra il contrario.
Ecco, continuo a non comprendere come mai nella famiglia di lui lo vedano sempre come un concentrato di virtù: più volte dicono che "sì, lui ha fatto una cosa molto brutta ma si è pentito subito... povero Pedro Luis, povero figlio, povero nipote..." come se pentirsi bastasse a riparare ad un'azione tanto deprecabile!!!
La nonna in un'occasione lo ha difeso dicendo "Però è stato rimproverato!" come se si trattasse di una marachella di un bambino!!! Assurdo!!! :o Trattasi di REATO e loro, che sono presentati come una famiglia onesta, seria, di buoni principi, sembra non se ne rendano conto... mah!
Comunque ora dovrebbe iniziare la parte in cui inizia a utilizzare il periodo di detenzione per istruirsi, così poi lo vedremo un po' più presentabile (con la barba incolta e tutto scapigliato fa propro impressione!)

Re: Leonela

17/02/2014, 14:28

Una delle mie preferite... Le prime 30 puntate sono drammaticamente stupende, ricche di colpi di scena!

Re: Leonela

19/02/2014, 11:52

Profilo personaggi

Leonela Ferrari: Giovane studentessa di giurisprudenza, bella, spensierata, un po' viziata, essendo nata in una famiglia particolarmente agiata, è fidanzata con Otto Mendoza. A causa di una violenza carnale si trasforma in una donna dura, che arriva ad abbandonare il bimbo frutto dello stupro, dopo averne fatto condannare il padre.

Pedro Luìs Guerra: Giovane di umili origini, colpevole della violenza nei confronti di Leonela a causa di una sbornia. In carcere ha modo di studiare e grazie all'aiuto di un compagno di cella, si ritrova ricco e pronto a scontrarsi con Leonela, decisa a riprendersi il bimbo che ha abbandonato nove anni prima.

Nieves Marìa: Cognata del protagonista, adotta il bimbo di Leonela e rimasta vedova, scopre di amare Pedro Luis. Lotterà fino alla fine per ottenere la custodia di quel bimbo che ha allevato come fosse suo.

Estela: Madre di Leonela, dal carattere mite e socievole, cercherà fino all'ultimo di convincere la figlia a non dare in adozione il bimbo che aspetta.

Selenia: Zia della protagonista, fa di tutto per far sbarazzare la nipote del bimbo che aspetta. Anni dopo si scontrerà spesso duramente con Patty, la figlia ribelle che ha problemi di droga ed ha una relazione adultera con il fratello minore di Pedro Luis.

Joaquìn: Marito di Selenia e uomo di malavita. Cerca di far uccidere Pedro Luis e rimane invischiato in loschi traffici di droga che involontariamente, coinvolgono anche la figlia.

Patty: Figlia di Selenia e Joaquìn, è cresciuta in un collegio diventando insofferente a tutto. Si innamora di Manaue, fratello del protagonista, e quando questi la lascia preferendole la moglie incinta, assume una quantità eccessiva di stupefacente, che le risulterà fatale.

Manaue: Giovane ambizioso ed arrogante, si vergogna della moglie analfabeta e cerca consolazione nella colta ed elegante Patty. Quando capisce di amare la consorte scoppia la tragedia...

Tibisay: Moglie di Manaue, dopo averne scoperto il tradimento comincia a dare segni di squilibrio. Il padre è sconvolto e teme che la ragazza abbia ereditato la follia della madre, che egli stesso aveva dovuto uccidere proprio per difendere lei, nata da pochi mesi...

Nelson Martinez: Brillante avvocato, amico di Pedro Luis, sposa Nieves Maria e fino alla fine fa di tutto affinché la donna contraccambi il suo amore.

Willy: Giovane amico di Patty, riesce ad uscire dal tunnel della droga grazie all'aiuto di Selenia, della quale si innamora, ricambiato. La donna tuttavia lo respinge a causa della grande differenza di età.


[Profili creati dall'utente: Simona s per il forum: Telenovelas Italiane]

Re: Leonela

31/07/2014, 17:39

Leonela
Spoiler:
Immagine

Immagine Immagine

Immagine Immagine


Pedro Luis
Spoiler:
Immagine


Leonela e Pedro Luis
Spoiler:
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine Immagine

Immagine Immagine Immagine

Immagine Immagine