Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

21/11/2013, 12:04

Io ad esempio non sopporto tutto quel maschilismo, la protagonista viene (solitamente) tradita e umiliata dal protagonista, ma alla fine tutto viene perdonato, lui magari si fidanza/sposa con un'altra e lei manco un bacio con il bravo ragazzo con cui si fidanza, ma che ovviamente pianterà per tornare dal suo "grande amore". Una volta tanto mi piacerebbe vedere una telenovela dove la protagonista dica: ''sai che c'è? Mi hai trattata troppo male e merito di meglio, rimango con il bravo ragazzo che mi tratta come una regina e che da 50 puntate aspetta un bacio da me''.


Argomento proposto e commento dall'utente: natascia72 - Inviato il: 17/2/2011

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

25/05/2014, 20:01

Si è vero c'è tanto maschilismo ma anche le protagoniste non sono l'esempio perfetto di virtù che vogliono farci credere, nella maggior parte dei casi sono giovani donne tutte casa e chiesa che alla prima occasione che hanno di conoscere un uomo, senza pensarci più di tanto, si concedono e poi si giustificano dicendo che lo hanno fatto per amore, come se l'amore giustificasse ogni comportamento, anche quello che va oltre gli iniziali principi di lei. Ad esempio non ho mai considerato Betty una vittima, per il semplice fatto che sapeva benissimo che Armando era fidanzato, d'accordo lui si è approfittato di lei ma lei non era una sprovveduta, aveva già avuto un'esperienza negativa e intelligente com'era non doveva farsi abbindolare, ha detto un sacco di bugie alla sua famiglia e alle sue care amiche, ha negato di fronte a Marcella di sapere chi fosse l'amante di Armando, insomma Betty proprio non riesce ad incantarmi.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

26/05/2014, 20:39

Su Betty ti do ragione in parte... lui si è approfittato dei sentimenti di lei, però lei sapeva che era fidanzato e se non per intelligenza, ma per senso della decenza... doveva dirgli: prima pianti la tua ragazza e poi iniziamo una storia.
Marcella sarà stata una stron*a e con un fidanzato così... ci vuole... ma Betty copriva le bugie di Armando e se non ricordo male non ha avuto, non dico rimorso ma neppure un po' di pudore nello stare con Armando e tornare al lavoro e incontrare Marcella in ufficio...
La verità è che quasi tutte son gatte morte... che giustificano il tutto con il fatto del grande amore o col fatto che l'altra quasi sempre non è innamorata, ma solo un arrivista o ha equivocato... si perché se fai sesso per mesi con un uomo, frequenti la sua famiglia... può capitare di equivocarsi e credersi la sua fidanzata.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

27/05/2014, 17:29

Ahaha, vero, peccato che la fidanzata di una vita sia anche una pazza squilibrata della cui pazzia nessuno si sia mai reso conto, tantomeno il perspicace fidanzato.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

27/05/2014, 20:42

Un'altra cosa che non mi piace... son sempre colpi di fulmine... capisco l'attrazione ma per sposarsi ci deve essere qualcosa di più di un bel faccino o un corpo da sballo e poi lei lo ama... ma perché? Sarà che di lavoro sono ragioniera e sempre a calcolare, ma quando uno è innamorato, lo è perché l'altro fa o dice cose che ci fanno innamorare, invece nelle varie novele c'è il colpo di fulmine, poi i 2 si lasciano (solitamente lei è incinta) si rivedono, lui per 100 puntate la tratta da schifo, scenate, gelosie, accuse... ma lei lo ama?! No dico, io amo uno che mi dimostra affetto, che mi appoggia nei momenti difficili, che mi rispetta e non dubita di me... non questo nelle novele è "il fidanzato di comodo", che infine viene piantato...

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

27/05/2014, 21:23

Eh si, l'importante sembra sia essere bella prima di tutto e se inizialmente la protagonista ha una disabilità (ma è comunque bellissima), alla fine stai pur certa che guarisce, come se non sia possibile che continui ad essere amata così come lui l'ha conosciuta. Le protagoniste quasi sempre sono delle masochiste con la sindrome della crocerossina che credono di essere quelle in grado di cambiare il dongiovanni della situazione, comunque se cerchi una telenovela in cui la protagonista ha carattere e dignità ti consiglio "Ali del destino", in lingua originale "Alondra", in cui il bravo ragazzo della storia viene finalmente premiato.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

27/05/2014, 21:28

L'ho vista, mi è piaciuta perché diversa sotto vari punti di vista... la moglie del galan attempato, a differenza di tutte le altre novele, era una brava persona... se ci fai caso per evitare che la ns. eroina passi da s@@@na ruba findanzati/mariti... l'altra deve essere per forza cattiva, o non amare veramente il protagonista.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

27/05/2014, 21:33

Si infatti Cristina, la moglie tradita, si è comportata da vera signora, forse anche per questo la protagonista si è messa da parte, anche il traditore alla fine si è riscattato scegliendo la sua famiglia, la scena in cui alla fine abbraccia la moglie e i figli un po' mi commuove.

Re: Cosa non vi piace del modo di scrivere le telenovelas?

07/07/2014, 19:41

Un'altra cosa che detesto sono i buoni che si mettono sul piedistallo e giudicano tutto e tutti, sto vedendo ''Sta e el color de la pasion'' e prima ''Lo que la vida me robo''.

I cattivi son cattivi, per non dire fuori di testa ma anche i buoni a volte sono di una insensibilità abissale. Monserrat lqlvmr non ha mostrato un minimo di comprensione per Maria, cavolo ti odia... ma in una settimana è morto ammazzato il padre e il ragazzo che ama da tutta una vita, arriva alla fattoria con la moglie (non l'aveva neanche avvisata che si sposava, alla faccia dell'amicizia di lunga data) che neanche lo ama, dico a parte le condoglianze di circostanza, Monse l'ha ignorata e presa subito in antipatia senza neanche pensare che è comprensibile che un po' ti odi... ( giusto un po').

El color... Rebecca è cattiva ma nessuno lo sa, poco poco vengono fuori gli scheletri... si prende delle vacanze dal suo matrimonio e ha relazioni sessuali con giovani aitanti, uno di questi, con cui sinceramente aveva detto che mai avrebbe lasciato il marito, si suicida quando lei termina con lui... il fratello vuole vendicarsi della donna "che a ucciso il povero Federico", be il povero Federico aveva 28 anni e andava a letto con una donna sposata di 40 anni fregandosene che lei avesse un marito e 2 figlie... la verità è che per la madre e il fratello è molto più facile dare la colpa alla strega che ha sedotto il povero ragazzo, invece di ammettere che loro han finto di non vedere che quell'uomo di 28 anni aveva dei seri problemi psicologici.
Il marito di Rebecca, il povero e amato da tutti Alonso quando scopre i tradimenti si indigna e chiede il divorzio... peccato che lui abbia sposato Rebecca essendo sempre e solo innamorato della sua defunta moglie, ma il tradito è lui.